Stefania Girelli “Dopo 18 anni da tecnico ho deciso di cambiare la mia vita e ripartire con qualcosa di nuovo. Da qualche anno cerco di migliorare il mio stile di vita per renderlo sostenibile e rispettare l’ambiente.
Ho scoperto tardivamente di avere un’anima manuale e ho cominciato a modificare mobili e oggetti per dare una nuova vita.
Trasformo mobili trovati nei mercatini, cercando la soluzione giusta per l’idea che mi si forma nella mente. Inoltre riciclo materiali per dare loro una nuova funzionalità e metto tutti i progetti sul mio blog.
Non ho comunque dimenticato la mia parte tecnica e seguo alcuni progetti web legati alla sostenibilità e all’equo-solidale.”

Parola di Stefania Girelli che incontriamo oggi con il suo blog Recreathing.

Ciao Stefania,

manca poco alla prossima Girl Geek Dinners Marche che si terrà al ristorante Terrae di Fano. Questo sarà il nostro quinto evento, dove avremo il piacere di ascoltare un tuo speech.

D: Conoscevi il format Girl Geek Dinners (d’ora in poi GGD) o hai già partecipato ad eventi di questo genere?

R: Sì, ho fatto parte del team di Girl Geek Dinners Nordest fino a inizio 2012 e ho partecipato a varie cene in giro per l’Italia.

D: Quando ti abbiamo contattata per proporti uno speech sul tema Geek&Green, che cosa ti ha incuriosito?

R: Fare uno speech sulla mia esperienza mi mancava, finora sono stata solo ospite o dall’altra parte della barricata :) E visto che l’argomento mi sta molto a cuore ne parlo molto volentieri.

D: Ogni speech avrà una durata complessiva di 15 minuti. Senza svelarci troppo, ci vuoi anticipare qualcosa sul tuo intervento?

R: Fino a poco più di due anni fa più che geek ero una nerd, facevo il programmatore. Vi racconterò come ho cambiato vita e cosa faccio con recreathing.

D: Gli uomini potranno partecipare, ma solo su invito di una geek ed in numero inferiore rispetto alle donne. Questo perchè uno dei nostri obiettivi è favorire il networking tra ragazze appassionate di High Tech e Nuovi Media, aziende e territorio. Che cosa ne pensi di questo meccanismo?

R: Ho sempre apprezzato il sistema GGD perché fa uscire allo scoperto le ragazze. Se fosse a ingresso libero sicuramente non ci sarebbe la possibilità di un contatto così diretto tra le geek. Io per prima ho avuto l’esperienza di arrivare a GGD senza conoscere nessuna e uscirne con moltissimi contatti femminili.

D: Consiglieresti questo evento ad alcune tue amiche?

R: Certo! Credo che partecipare a una GGD sia sempre una mossa vincente!

Grazie per il tempo che ci hai dedicato. Ci vediamo alla GGD :-)

Lucia La SaponariaAppassionata di ecologia, consumo critico e stili di vita sostenibili, Lucia Genangeli ha studiato comunicazione e marketing specializzandosi sui temi della responsabilità sociale d’impresa e della sua comunicazione on-line con particolare focus ai social media.
Socia fondatrice de LaSaponaria, piccolo laboratorio di cosmetici biologici e consapevoli, si occupa di comunicazione, web ed educazione alla sostenibilità.

D: Ciao Lucia, conoscevi il format Girl Geek Dinners o hai già partecipato ad eventi di questo genere?
R: Non ancora!

D: Quando ti abbiamo contattata per proporti uno speech sul tema Geek&Green, che cosa ti ha incuriosito?
R: Le parole “sostenibilità” e “web 2.0”. Ho sempre sostenuto che ci siano profondi legami (e un enorme potenziale da esplorare) tra gli strumenti che abbiamo a disposizione come “internatuti” e sviluppo sostenibile. E poi…sono le mie due passioni!

D: Ogni speech avrà una durata complessiva di 15 minuti. Senza svelarci troppo, ci vuoi anticipare qualcosa sul tuo intervento?
R: Attraverso l’analisi di un caso concreto e l’esperienza de LaSaponaria parleremo delle opportunità che il web offre ad una piccola attività per creare valore e raggiungere la propria mission sociale ed ambientale costruendo relazioni con i propri clienti, fornitori e comunità di riferimento.

D: Gli uomini potranno partecipare, ma solo su invito di una geek ed in numero inferiore rispetto alle donne. Questo perchè uno dei nostri obiettivi è favorire il networking tra ragazze appassionate di High Tech e Nuovi Media, aziende e territorio. Che cosa ne pensi di questo meccanismo?
R: Credo che l’idea di una chiacchierata tra ragazze con delle passioni comuni sia molto femminile! Penso anche che tra le donne ci siano competenze e capacità a volte inespresse e che sia importante valorizzare lo sguardo femminile al lavoro e alla vita. Soprattutto noi donne non dobbiamo dimenticarcelo!

D: Consiglieresti questo evento ad alcune tue amiche?
R: Certo!

sara-profiloSara Muratori, libera professionista, collabora con grandi aziende in grado di fornire consulenza, prodotti “verdi”, comunicazione e logistica a tutti coloro che vogliono operare nel massimo rispetto dell’ambiente: Pubbliche Amministrazioni, imprese di pulizia, hotel, ristoranti, mense e aziende private.

Rappresenta marchi come Ecozema, leader nella produzione di stoviglie in Mater-bi®, Cellulosa e PLA totalmente biodegrabili e compostabili; Paolo Muratori srl distributore di prodotti professionali per la pulizia; Eticare e Solideco, studio di consulenza ambientale per imprese e PA e collabora con Novamont, azienda chimica Italiana leader in Europa e produttrice del famoso marchio Mater-bi®.

Inoltre è Consigliera per il Terziario Donna della Confcommercio di Pesaro-Urbino e Vice Presidente Legambiente Pesaro.

Ciao Sara, fra pochi giorni apriremo le iscrizioni online per la prossima GGDMarche, che si terrà al ristorante Terrae di Marotta di Fano. Questo sarà il nostro quinto evento, dove avremo il piacere di ascoltare un tuo speech.

D: Conoscevi il format Girl Geek Dinners o hai già partecipato ad eventi di questo genere?
R: Purtroppo non avevo mai avuto occasione di conoscere il vostro gruppo, ma ho potuto notare da subito la grande affinità che mi lega alle GGD, essendo anch’io un’attenta fan della tecnologia grazie agli studi di comunicazione svolti a Milano e al mio lavoro di commerciale nel settore denominato Economia verde.

D: Quando ti abbiamo contattata per proporti uno speech sul tema Geek&Green, che cosa ti ha incuriosito?
R: La cosa che più ha stuzzicato la mia curiosità è la rete di informazioni e scambi di idee “speech”, durante la serata con altre donne, imprenditrici e non, che comunicano da più parti d’Italia, in diretta…è una formula innovativa e ricca di potenziali contenuti per la mia attività.

D: Ogni speech avrà una durata complessiva di 15 minuti. Senza svelarci troppo, ci vuoi anticipare qualcosa sul tuo intervento?
R: Tratterò un tema che mi appassiona da diversi anni, ovvero l’ambiente e l’associazionismo, infatti mi presenterò come titolare di Un Mondo di acquisti verdi, la mia azienda che si occupa di rappresentare aziende innovative, come Ecozema che sviluppa prodotti in materbi per la ristorazione: piatti, posate, bicchieri ecc. e mi sostengono nei progetti rivolti alle istituzioni come Festasostenibile.it che riassume tematiche molto importanti: rifiuti, acqua, cibo biologico e comunicazione.
La mia particolare attenzione all’associazionismo è spinta dalla passione di promuovere con un’unica grande voce temi e problematiche che in ogni luogo: casa, lavoro, famiglia sono troppo grandi se affrontate singolarmente. Ho scoperto anche che unendo le forze e gli ideali comuni si possono creare reti fortemente virtuose….
Ad esempio con il Circolo di Legambiente di Pesaro, oggi qui in veste di vice presidente, portiamo avanti tantissime campagne con qualità e grande volontà da parte dei nostri associati. Sono anche una consigliera del Terziario Donna della Confcommercio di Pesaro Urbino e proprio un anno fa, tornando alla famosa rete di relazioni tra diverse associazioni, abbiamo organizzato un convegno chiamato “l’impresa donna e la green economy: il futuro è qui” e sono state tantissime le imprenditrici che hanno dato voce alle loro aziende e hanno suggerito alle giovani leve le potenziali strade da seguire in futuro.

D: Gli uomini potranno partecipare, ma solo su invito di una geek ed in numero inferiore rispetto alle donne. Questo perchè uno dei nostri obiettivi è favorire il networking tra ragazze appassionate di High Tech e Nuovi Media, aziende e territorio. Che cosa ne pensi di questo meccanismo?
R: Apprezzo fortemente l’impegno che mettete nell’organizzazione di temi come questi, proprio perché si sposano a pieno con le mie attività, lavorative e non. Oggi la tecnologia e gli strumenti in essa sono un’ottima risorsa per noi donne e aggiungerei non solo… credo che il nostro futuro ci spingerà sempre di più verso questo mondo, che è anche a molte di noi sconosciuto. Io spingo tantissimo la presenza delle associazioni sul web e soprattutto all’interno dei nuovi social network, perché è più semplice condividere delle belle idee insieme, e perché ci sia soprattutto maggior rispetto e solidarietà nei confronti dei più deboli…

D: Consiglieresti questo evento ad alcune tue amiche?
R: Certo, anzi posso dire di averlo già fatto… alle amiche che in questi anni ho avuto la fortuna di conoscere…una di queste è Laura Bolletta che proprio grazie alla vs organizzazione ho potuto conoscere!

Grazie per il tempo che ci hai dedicato, non vediamo l’ora di ascoltare il tuo intervento alla nostra “green” geek dinner!

[GGDMarche#5] Geek&Green: di nome e di fatto!

Scritto da Serena il 27 febbraio 2012

Il quinto appuntamento con le GGD Marche si avvicina!

Qualche settimana fa vi abbiamo svelato il tema della serata, ma per i più distratti abbiamo pensato di pubblicare un piccolo promemoria e di approfittarne per raccontarvi più nel dettaglio cosa abbiamo in mente per il prossimo 16 marzo.

Il titolo dell’evento è “Geek&Green. Come usare la tecnologia per essere (più) sostenibili - La sostenibilità ambientale dall’offline all’online e ritorno”. Un po’ lungo, è vero, ma ci tenevamo che fosse chiaro! ;)
La parola sostenibilità è ormai sulla bocca di tutti e anche noi siamo cadute nel tunnel. Come? Domandandoci quali sono gli strumenti a disposizione di una Girl Geek per migliorare il suo rapporto con l’ambiente e osservando realtà e pratiche che prendono forma sia online che offline.

geek by pillowhead_designs

Non è facile coniugare l’ambito tecnologico - che tanto ci piace - con quello più “bucolico”, ma ce l’abbiamo messa tutta e, grazie a delle speaker d’eccezione, abbiamo preparato un super programma!

Non vogliamo ancora svelarvi chi ci farà compagnia durante la serata, ma nell’attesa vogliamo aiutarvi a entrare nello spirito giusto e prepararvi all’evento raccontandovi cosa abbiamo fatto - e faremo - per rendere la prossima GGD il più possibile in linea con il tema che abbiamo scelto.

Partiamo dalla scelta del locale. Vi abbiamo già parlato di Terrae, gestito da una cooperativa attenta alle tematiche ambientali, che punta sulle certificazioni e sull’uso di prodotti locali e di stagione. La scelta di questo ristorante è stata il nostro primo passo verso una GGD dedicata in tutto e per tutto alla sostenibilità (e poi è un bellissimo posto, vedrete!).

Come da tradizione, abbiamo puntato principalmente sulla comunicazione online e ci siamo impegnate a ridurre all’osso stampe di materiali non strettamente necessari (e, in quel caso, abbiamo usato l’ecofont per ridurre l’uso di inchiostro). Perchè stampare volantini e brochure quando possiamo essere noi a darvi tutte le informazioni di cui avete bisogno? A volte una chiacchierata vale più di qualche foglio di carta! ;)

Durante l’ideazione dell’evento, abbiamo scelto di coinvolgere soprattutto realtà locali, per mettere in luce le buone pratiche del territorio e avere degli esempi vicini e concreti. Non abbiamo però rinunciato a una prospettiva più ampia, inserendo anche alcuni interventi di realtà nazionali.

Gli sponsor e i collaboratori che ci accompagnano in questa avventura sono tutti vicini o interessati al tema. Naturalmente c’è chi punta più sugli aspetti tecnologici, chi su quelli comunicativi e chi, invece, è più vicino agli ambiti di produzione vera e propria, ma tutti - ognuno a suo modo - possono darci spunti interessanti!

Oltre al resto, non potevamo non pensare a come farvi raggiungere la quinta GGD in maniera più sostenibile. Avete già sperimentato il carpooling? Questa è l’occasione giusta! Nei prossimi giorni vi spiegheremo meglio come funziona e vi daremo tutte le coordinate per organizzare il vostro viaggio! ;)

L’auto è stata un oggetto quasi dimenticato anche durante l’organizzazione. Complici la distanza e i rispettivi impegni, abbiamo optato quasi sempre per (infiniti) scambi di mail, skype call e documenti condivisi, cercando di ridurre le emissioni di CO2 in cambio di caselle di posta sempre intasate!

Chissà cos’altro ci inventeremo in queste ultime tre settimane! E voi? Cosa farete per prepararvi all’evento ed essere (più) sostenibili?
Qual è la cosa più green che può fare una girl geek? ;) Raccontatecelo!

Con il patrocinio di...

  • Patrocinio Provincia PU
  • Patrocinio Comune di Fano

Sponsor

  • Sponsor
  • Sponsor
  • Sponsor
  • Sponsor
  • Sponsor
  • Sponsor
  • Sponsor
Girl Geek Dinners Marche on Facebook