GGD Marche all’Opera

Scritto da Eleonora il 30 luglio 2014

Traviata

Sabato 26 Luglio, grazie all’iniziativa organizzata dallo Sferisterio di Macerata, #donnellopera, siamo state all’anteprima della Traviata.

GGD Marche

Nemmeno la pioggia ci ha fermate! :)

Anzi è stato bello aspettare l’inizio dell’Opera al riparo del nostro palchetto nella bellissima cornice dello Sferisterio: uno dei gioielli della nostra Regione.

Sferisterio Macerata

Una Traviata suggestiva, travolgente e innovativa.

La scenografia, firmata Brockhaus - Svodoba ha portato a convivere sul palco due diverse prospettive: quella tradizionale dello spettatore in platea, insieme ad una visione dall’alto, attraverso un meccanismo di riflessi, che ha amplificato le sfaccettature delle emozioni e il tormento dell’animo dei personaggi. Non a caso è chiamata la “Traviata degli Specchi”.

La Traviata degli Specchi

A dirigere l’Orchestra Regionale delle Marche è stata Speranza Scappucci, terza presenza femminile a salire sul podio della stagione lirica dal titolo “L’opera è donna” insieme a Julia Jones (per l’Aida) e Eun Sun Kim (per la Tosca).

Immaginando un guestbook all’uscita dello Sferisterio, ognuna di noi ci avrebbe scritto:

“Pensavo che l’opera fosse per palati fini e io, che non lo sono affatto, mi sarei messa in un angolino a scorrere la dash di Tumblr come faccio sempre quando mi annoio. Invece mi sono riempita gli occhi e le orecchie di bellezza. Violetta (Jessica Nuccio) superlativa, i costumi una meraviglia. Tra l’altro, non ero mai entrata allo Sferisterio pur abitandoci di fronte. No, ok, questa tagliatela, mi vergogno troppo. Insomma, magari è nata una nuova passione, che non ce ne sono mai troppe.” [Claudia]

“Come immagini che sia l’opera? Me lo sono chiesta spesso all’avvicinarsi dello spettacolo. I racconti di mio nonno, grande appassionato, mi hanno accompagnata fino allo Sferisterio: una delle cornici più suggestive che ospita la nostra Regione.
La prima volta all’opera. La prima volta con le amiche più geek di sempre, grazie a #donneallopera abbiamo persino rischiato di riunire il team GGD Marche al completo. Ci è sembrato talmente bello che quasi rischiavamo di tornare a casa senza averla vista. Ma allo scadere delle 2h persino il mal tempo si è arrestato ed è iniziata una serata che così magica mai avrei pensato. Ho imparato che prima di mollare bisogna attendere, il lavoro, lo studio, la preparazione meritano l’attesa e questo ti ripaga di ogni istante. Complimenti a tutto lo staff che in poco tempo ha ripristinato lo spettacolo, ai musicisti, agli interpreti che ci hanno fatto sognare nonostante un tasso di umidità pazzesco, a tutto il pubblico per la tenacia e ovviamente alla magnifica direttrice che mi ha incantato.” [Anna]

“L’ultima volta che sono entrata nello Sferisterio l’ho fatto come comparsa nell’Aida, ero una delle schiave etiopi ed è stata un’esperienza, capitata quasi per caso, che non dimenticherò mai. È stato bellissimo vivere il dietro le quinte, ma questa volta non è stata da meno. Ho avuto modo di apprezzare la scenografia nella sua interezza, i costumi, i riflessi nello specchio che creavano dimensioni diverse e permettevano di avere diversi punti di vista (una delle cose più difficili e importanti nella vita, a mio avviso), la bravura degli attori e l’organizzazione impeccabile, nonostante il fuori programma della pioggia. Amiche geek, torniamoci presto!” [Eleonora]

“A distanza di quattro giorni canticchio ancora “Amami Alfredo”!
Sarà stato per le voci incredibili dei protagonisti, per la meraviglia del gioco di specchi che riflettevano le scene del palco come “telecamere dall’alto” (cit.), per le note dell’orchestra che riempivano la perfetta acustica dell’arena, ma anche per la pioggia e i lampi che ci avevano quasi convinto a tornare a casa, per l’affiatamento che riscopriamo tra noi “geek girls” ogni volta che riusciamo a stare insieme: insomma, una serata emozionante che, grazie alla magia dello Sferisterio, si è trasformata in un’esperienza davvero speciale!”
[Silvia]

A chi non conoscesse la Traviata invitiamo a leggere la storia…e per solleticarvi la curiosità, vi lasciamo con un piccolo estratto.

VIOLETTA

Da molto è che mi amate?

ALFREDO

Ah sì, da un anno.
Un dì, felice, eterea,
Mi balenaste innante,
E da quel dì tremante
Vissi d’ignoto amor.
Di quell’amor ch’è palpito
Dell’universo intero,
Misterioso, altero,
Croce e delizia al cor.

Anche Google supporta le Girl Geek Dinners!

Scritto da Silvia il 8 luglio 2010

[crosspost da Googlisti]

GGD e Google

GGD e Google

Alexandra Alecu, Software Engineer di Google, racconta sul blog che anche la grande società di cui fa parte è sempre alla ricerca di opportunità di collaborare con organizzazioni che promuovono la diversità e incoraggiano la partecipazione professionale delle donne nella tecnologia.

Come saprete, le Girl Geek Dinners sono un’iniziativa internazionale che fa esattamente questo: ospitare eventi “social” per promuovere il networking tra donne e costruire community con la stessa passione per la tecnologia e altri settori tradizionalmente dominati dagli uomini.

L’interesse da parte di Google si è recentemente manifestato con la sponsorizzazione della Girl Geek Dinner di Amsterdam, dove il relatore principale è stato il famoso matematico (donna) Smeets Ionica.

Google e le GGD condividono o stesso obiettivo: rendere possibile a tutti intraprendere una carriera nel campo della tecnologia, indipendentemente dal sesso. Durante il suo intervento, Alexandra ha delineato le numerose iniziative per promuovere e sostenere la diversità nella tecnologia. Ci sono vari programmi di borse di studio per aiutare gli studenti a perseguire i loro interessi ed incoraggiare più donne ad intraprendere la carriera scientifica, assistendo e partecipando a conferenze di ricerca in tutto il mondo attraverso sovvenzioni per eventi in Europa, Medio Oriente e Africa [info qui].

E in Italia? Quando vedremo Google come main sponsor di una delle nostre cene geek?

Ottobre GGD nel Rinascimento 2.0

Scritto da urbino il 25 luglio 2008

La prima Girl Geek Dinner non metropolitana si terrà nella cosiddetta culla del Rinascimento:

Urbino, venerdì 10 Ottobre.

Sarà il primo di 4 eventi organizzati in occasione del Festival dei Blog che si terrà nelle giornate del 10, 11, 12 Ottobre 2008, dove alla GGD si alterneranno BarCamp, Olympic Blogger e Premiazione del concorso fotografico.
Ad Urbino negli stessi giorni avrà luogo Parole in Gioco.

La location è in via di definizione.

Se vuoi contribuire alla realizzazione dell’evento offrendoti come sponsor contattaci all’indirizzo email:
urbino [at] girlgeekdinnersitalia [dot] com
oppure se conosci qualcuno a cui potrebbe interessare e ti va di passare parola a noi può solo far piacere!

Con il patrocinio di...

  • Patrocinio Provincia PU
  • Patrocinio Comune di Fano

Sponsor

  • Sponsor
  • Sponsor
  • Sponsor
  • Sponsor
  • Sponsor
  • Sponsor
  • Sponsor
Girl Geek Dinners Marche on Facebook